Servizio Sanitario Nazionale - Istituto Audiologico Italiano

Seguici anche su:
Vai ai contenuti
Convenzioni e Promozioni
Forniture a carico del Servizio Sanitario Nazionale
Come previsto dal DM 332/99, i pazienti ipoacusici che necessitano di protesizzazione acustica, secondo quanto prescritto dal medico specialista hanno diritto alla fornitura gratuita.

Chi ne ha diritto?
Hanno diritto i pazienti adulti che presentano un’invalidità di almeno il 35% che comprenda la sordità oltre ad altre patologie e i minorenni a prescindere dal livello di sordità riscontrato. Il calo uditivo deve essere di almeno 65 dB sulle quattro frequenze principali. Chi già possiede un’invalidità al 100% con accompagnamento, deve presentare una domanda per la modifica della situazione diagnostica specificando la sordità come fattore aggravante. Le sordità professionali non rientrano nella fornitura SSN, ma sono di pertinenza dell’INAIL. Non sono previste forniture gratuite per i casi di cofosi e anacusia.
Chi deve prescrivere le protesi acustiche?
Il medico prescrittore specialista in Audiologia e Otorinolaringoiatria operante in una struttura ospedaliera pubblica su impegnativa redatta dal medico di famiglia. La prescrizione viene registrata On-Line  dal medico specialista, dopo l’effettuazione di una visita approfondita e l’invio della documentazione, in tale sede si deciderà a quale dei due gruppi appartengono le protesi ( Gruppo 1 per le ipoacusie medio gravi, Gruppo 2 per i casi di ipoacusia profonda ). Per i soggetti anziani alla prima protesizzazione, viene prescritto un programma di riabilitazione, indispensabile per ottenere un reale beneficio dall’uso della protesi acustica.  La pratica on-line viene approvata automaticamente.
Come funziona la Riconducibilità?
Nel caso il paziente abbia necessità di una protesi acustica con caratteristiche diverse e/o superiori a quelle previste nell’elenco dei dispositivi la differenza del costo sarà a carico del paziente. Le eventuali riparazioni saranno a carico del paziente e non sono rimborsabili dal SSN.  Il medico specialista prescrittore deve redigere la prescrizione in modo che risulti evidente che la fornitura è del tipo riconducibile, specificando in modo dettagliato che il presidio è adeguato alle esigenze del paziente.
Come funziona il Rinnovo?
Come previsto dal D.M. 332/99 il tempo minimo stabilito per il rinnovo è di 5 anni e non prevede necessariamente una nuova fornitura alla scadenza, ma l’eventuale rinnovo degli apparecchi acustici deve essere prescritto nel caso di aggravamento della condizione uditiva per la quale gli apparecchi non siano più sufficienti a soddisfare le necessità del paziente, oppure nel caso di smarrimento, usura, impossibilità tecnica alla riparazione. In questo caso il rinnovo può essere autorizzato una sola volta. La dichiarazione di non riparabilità della protesi acustica deve essere prodotta dalla la ditta fornitrice.
Applicazione e adattamento
L’applicazione degli apparecchi acustici è di competenza del Dottore Audioprotesista. La fornitura è prevista per le aziende audioprotesiche convenzionate con Regione Lombardia ed effettuata tramite procedura On-Line. Se il paziente sceglie un fornitore fuori regione lo stesso deve predisporre il preventivo su carta intestata ed inviarlo via fax/email all’ASL di residenza del paziente.
Il percorso erogativo previsto dal D.M. 332/99 prevede una prima fase che comprende il rilevamento delle caratteristiche dinamiche del campo uditivo, l’esame otoscopico ai fini dell’eventuale rilevamento dell’impronta e le prove di individuazione del modello di protesi adatte. Una seconda fase che prevede la verifica audiometrica della protesi prescelta, la regolazione dinamica, il controllo dell’eventuale auricolare con eventuali modifiche della forma, il controllo finale del guadagno protesico, le eventuali modifiche alla programmazione in funzione dell’esperienza acustica del paziente.  Nella terza fase si introduce il paziente all’utilizzo ottimale delle protesi.
E’ di particolare importanza il ruolo del Dottore Audioprotesista nell’istruire il paziente all’uso degli apparecchi acustici e alle modalità da seguire per un corretto utilizzo. I termini di consegna e adattamento delle protesi sono di 30 giorni lavorativi. L’azienda fornitrice comunicherà la conclusione della procedura all’ASL che ha rilasciato l’autorizzazione entro il termine di tre giorni lavorativi.
L’azienda fornitrice deve consegnare al paziente prima del collaudo, la scheda tecnica dell’apparecchio acustico fornito ed eventuali allegati.
Tutti i fornitori con sede nell’ambito territoriale dell’Azienda Sanitaria Locale devono essere inseriti nell’ Elenco Regionale dei fornitori di dispositivi protesici elenco 1 (DM332/99), secondo le disposizioni regionali.
Come si effettua il Collaudo ?
Il collaudo deve essere effettuato entro 20 giorni dalla data di consegna degli apparecchi dal medico specialista prescrittore alla presenza del paziente. Il collaudo consiste in una visita specialistica finalizzata alla verifica della rispondenza del dispositivo fornito e il risultato funzionale ottenuto.
Nel corso della visita di collaudo il medico specialista prescrittore:
  • Verifica la corrispondenza degli apparecchi alla prescrizione del medico
  • Valuta i requisiti sulla scheda tecnica dell’apparecchio acustico fornito compilata dall’audioprotesista della ditta fornitrice,
  • Valuta l’esito delle prove di audiometria vocale in campo libero, la soddisfazione del paziente e la sua capacità di utilizzare le protesi;
  • Compila il modello Programma Riabilitativo Individuale (PRI) – Collaudo on line;
  • Il medico collaudatore deve verificare che le protesi acustiche prescritte corrispondano a quelle da collaudare e che marca, modello e numero delle matricole delle protesi corrispondano a quelle registrate on-line dal fornitore.  Organizza il programma riabilitativo e le visite di controllo secondo un calendario prestabilito.

INAIL
L'INAIL interviene per tutti i casi di ipoacusia professionale, più precisamente quando l'ipoacusia è causata da una situazione che riguarda l'ambiente o le condizioni di di lavoro. La procedura è la medesima ma al contrario del servizio sanitario il rimborso viene pagato dall'INAIL.
Como
Via Francesco Anzani, 52
( zona Borghi )
Contatti:
Tel. 031/22.65.559
info@istitutoaudiologico.it
CONTATTI
Tel. 031/22.65.559
info@istitutoaudiologico.it
Powered by Istituto Audiologico Italiano Privacy Policy
COMO
Via Francesco Anzani, 52

Istituto Audiologico Italiano s.r.l.s.
P.Iva 03872020130
REA - CO-403286
Torna ai contenuti